Ripartite le risorse per la CIG in Deroga

Il Ministero del Lavoro e il Ministero dell’Economia, con Decreto Interministeriale n. 40 del 24 marzo 2020, ha provveduto ad assegnare il riparto dei fondi previsto dall’articolo 22 del D.L. n. 18/2020 (Lavoronews n. 28/2020) che prevede nuove disposizione per la Cassa integrazione in deroga.

Il decreto assegna a Regione Lombardia € 198.376.880 di euro su un totale di € 1.293.200.000 euro quale prima quota delle risorse disponibili. 

La ripartizione regionale è individuata sulla base della quota regionale del numero dei lavoratori potenziali beneficiari dei trattamenti medesimi come rilevati dall’INPS nei propri archivi.

Ripartizione regionale
La ripartizione regionale è individuata sulla base della quota regionale del numero dei lavoratori potenziali beneficiari dei trattamenti medesimi come rilevati dall’INPS nei propri archivi.

Il decreto interministeriale prevede che: 

  • le aziende che, in considerazione delle loro caratteristiche sono tenute a versare i contributi alla CIGS – Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (ad esempio imprese commerciali e agenzie viaggi con più di 50 dipendenti), accedono alla CIGD – Cassa Integrazione Guadagni in Deroga;
  • per le unità produttive della Lombardia,del Veneto e dell’Emilia Romagna, in considerazione della coesistenza del DL 9/20 e del DL 18/20, sono previste un totale di 13 settimane di CIGD (un mese ex DL 9/18 trasformato in 4 settimane, più le 9 settimane del DL 18/20);
  • per tali aziende, qualora la richiesta di CIGD riguardi unità produttive ubicate in almeno 5 regioni o province autonome sul territorio nazionale,  c.d. “multilocalizzate”, il trattamento di CIGD è riconosciuto direttamente dal Ministero del lavoro per conto delle Regioni interessate. 

TUTTAVIA TALI DISPOSIZIONI NON SONO OPERATIVE IN QUANTO:

  • è in fase di redazione l’Accordo Quadro per la CIGD in Regione Lombardia 
  • si attende il provvedimento dirigenziale che approvi l’Accordo sindacale standard (obbligatorio) e le modalità operative 
  • si attende l’apertura della casella di posta elettronica CIGD COVID 19 
  • si attende la comunicazione sul portale di Regione Lombardia dell’operatività della piattaforma regionale per la presentazione delle domande 
  • manca la circolare dell’INPS con le istruzioni attuative 
  • deve essere definita la procedura ministeriale per le imprese multi localizzate con unità produttive site in 5 o più Regioni o province autonome

Di seguito la tabella dei Potenziali lavoratori interessati dalla cassa integrazione in deroga di cui all’articolo 22 del DL. n.18/2020:

REGIONE LAVOROPOTENZIALI LAVORATORI
Abruzzo54.801
Basilicata32.661
Calabria78.558
Campania204.718
Emilia Romagna223.383
Friuli Venezia Giulia50.164
Lazio290.944
Liguria64.635
Lombardia399.417
Marche66.558
Molise12.473
Piemonte166.042
Prov. aut. Bolzano28.097
Prov. aut. Trento17.086
Puglia214.692
Sardegna66.136
Sicilia217.604
Toscana170.451
Umbria40.439
Valle d’Aosta6.419
Veneto199.554
TOTALE COMPLESSIVO2.603.832

Di seguito il link al Decreto Completo –> https://www.lavoro.gov.it/documenti-e-norme/normative/Documents/2020/DI-del-24032020-Riparto-risorse-Cassa-in-deroga.pdf